lunedì, 26 Ottobre, 2020
Rassegna stampa GAT-P

Tre serate di sensibilizzazione con il GAT-P e il DIIS Lugano a Palco ai giovani

314views

“Pieno di talento e non di alcol” e “Fortuna un corno!”: questi gli slogan proposti allo stand di sensibilizzazione sulle dipendenze durante la manifestazione Palco Ai Giovani.

LUGANO – Il Dicastero Integrazione e informazione sociale (DIIS) della Città di Lugano e il Gruppo Azzardo Ticino-Prevenzione (GAT-P) insieme a Palco Ai Giovani con uno stand di sensibilizzazione sulle dipendenze

Durante le tre serate di Palco Ai Giovani, che si terranno a Lugano dal 22 al 24 maggio, lo stand informativo – nell’ambito delle campagne “Pieno di talento e non di alcol” e “Fortuna un corno!” – proporrà un quiz che metterà in palio simpatici gadget.
Alcuni collaboratori del DIIS, del GAT-P e alcuni giovani operatori sociali in formazione, saranno presenti per parlare con i giovani e tutto il pubblico di alcol e gioco d’azzardo. Una collaborazione vincente quella fra il Dicastero Integrazione e informazione sociale e il Gruppo Azzardo Ticino-Prevenzione che da diversi anni si è instaurata con l’intento di sensibilizzare un pubblico più ampio, con particolare attenzione ai più giovani, e poter così fare prevenzione e fornire informazioni rispetto ai nuovi consumi.
Inoltre, nella zona relax dello stand informativo sarà possibile sedersi per una breve pausa e bere un bicchiere d’acqua durante i concerti.

Durante l’anno sono previsti altri momenti di sensibilizzazione durante eventi e manifestazioni cittadine. Parallelamente, da parte della Città di Lugano, un lavoro di prevenzione a favore dei giovani viene garantito tutto l’anno dalla presenza sul territorio degli Operatori di Prossimità e dal loro spazio di incontro mobile TheVAN (www.thevan.ch).

Per il GAT-P questa presenza è inoltre l’occasione per presentare nel Luganese la nuova campagna di prevenzione 2015 contro il gioco d’azzardo eccessivo.  “Fortuna un corno!” – lo slogan vincitore del concorso indetto dal GAT-P lo scorso anno – ha la virtù di  evidenziare come il gioco d’azzardo non abbia nulla a che fare con la fortuna o con l’abilità. E’ Infatti il caso, un concetto difficile da comprendere, ad essere alla base dell’azzardo, e che implica degli eventi che non hanno una causa, non hanno una regola e non hanno una storia. La nuova campagna si rivolge in particolare ai giovani, tre volte più a rischio di cadere in una dipendenza da gioco d’azzardo.

Leggi l’articolo su Tio

Leggi l’articolo di La Regione Ticino